Richieste Specialisti

Considerato che:

  • attualmente la maggior parte degli specialisti non prescrive gli esami o gli accertamenti di 2°livello;
  • spesso nei referti di visita specialistica non vi sono descritti i quesiti diagnostici o la diagnosi;
  • nei referti non sono mai indicati i codici di priorità da apporre sugli accertamenti richiesti o suggeriti;
  • spesso il nome dello specialista non è leggibile e non vi sono codici identificativi;
  • spesso non vi è neppure il timbro della struttura di appartenenza.

Mentre a mente delle circolari

N° 61781 del 02/10/07 (prescizioni esami di 2° livello) e

02/03/06 (corretta compilazione da parte dei medici prescrittori della ricetta medica): il medico specialista è tenuto a prescrivere direttamente su ricettario SSN qualora sia necessario richiedere esami ed accertamenti utili a rispondere al quesito posto dal medico curante o da altro specialista, evitando di rinviare l'assistito dal medico di medicina generale per la trascrizione delle richieste.

Dal momento che: il medico prescrittore è responsabile in tutte le sedi (civile penale e fiscale) di quanto prescrive: legge N° 269/2003 e articolo 1 comma 27 legge 266/2005 nonché circolare interna protocollo 14480 del 2/3/2006 (nel senso che i medici di medicina generale sono responsabili di quello che prescrivono, anche se consigliato dagli specialisti).

Al fine di evitare agli assistiti inutili andirivieni lo Studio si assumerà l'onere della prescizione solo se questa riporterà chiaramente le generalità del paziente, del medico prescittore ed il nome commerciale e la posologia del farmaco o degli accertamenti richiesti.

Vai alla pagina invio allegati.