Vaccinazione gratuita contro il virus HPV

Posted by MarcoMorbioli on Mon, 02/06/2008 - 14:27

Il Veneto è una delle prime regioni d'Italia a garantire l'offerta attiva e gratuita del vaccino contro l'infezione da virus HPV (Human papilloma virus), allo scopo di prevenire l'insorgenza del carcinoma della cervice uterina.
Questo virus, in circa il 90% dei casi, provoca infezioni transitorie, asintomatiche, che guariscono spontaneamente ma, seppure in rari casi, alcuni tipi di HPV (Human Papilloma Virus) possono provocare alterazioni cellulari del collo dell’utero che, se non curate con tempestività, possono evolvere in tumore (il 70% di questi tumori, che l’OMS riconosce come sicuramente causati da un’infezione virale, deriva da infezione persistente da Hpv 16 e 18).

Il virus si trasmette con facilità, attraverso il contatto sessuale, anche non completo e l'età adolescenziale, prima di essere venuti a contatto con il virus, è il momento più opportuno per sottoporsi a vaccinazione. In questa età il vaccino ha la massima efficacia.

La campagna vaccinale gratuita, già iniziata in alcune ulss, coinvolgerà tutte le ragazze venete tra l'undicesimo e il dodicesimo anno di età.

La chiamata sarà attiva e consisterà nell'invio di una lettera di convocazione e di un dépliant informativo; in caso di mancata risposta all'invito è prevista un'ulteriore chiamata.

Il programma prevede, inoltre, per le giovani donne fino ai ventisei anni la possibilità di chiedere di essere vaccinate con un ticket che corrisponde circa € 114,50 costo del vaccino al pubblico.

La vaccinazione affianca lo screening citologico (pap test) e non lo sostituisce: il mantenimento di elevati livelli di adesione, alle campagne di prevenzione secondaria, è importante sia perchè il vaccino non protegge da tutti i genotipi virali, potenzialmente correlati all'insorgenza di lesioni maligne, sia al fine di valutare l'impatto della strategia di vaccinazione.

Il ciclo vaccinale è di 3 dosi in un arco di tempo di 6 mesi. Le vaccinazioni sono effettuate dai Servizi vaccinali delle Aziende ULSS.
Per informazioni rivolgersi al Servizio Vaccinale della propria ULSS od al proprio medico curante.