Appuntamenti

Non risponde a "qualità" entrare in una sala d'attesa affollata, né attendere ore per essere ricevuti da un medico stanco e spesso esasperato dalla consapevolezza che "fuori" ci sono ancora molte persone in attesa (fattore che spinge a ridurre il tempo da dedicare a ciascun paziente).
Le visite sono più accurate non essendo condizionate dalla pressione di chi attende.

Accesso per appuntamento non significa solo rifiuto della visita a chi non ce l'ha, ma pianificazione ottimale delle necessità (in caso di effettiva urgenza il paziente sarà comunque ricevuto).

La gestione degli appuntamenti è demandata alla segretaria, negli appositi orari, per evitare disguidi o sovrapposizioni è necessario che il punto di raccolta degli appuntamenti sia unico.

Si ricorda che:

  • gli appuntamenti potranno essere presi direttamente in ambulatorio o per telefono;
  • gli appuntamenti verranno concessi compatibilmente con il carico di lavoro;
  • gli appuntamenti sono strettamente individuali e non si estendono alle persone al seguito a cui al massimo potranno essere "ceduti";
  • si raccomanda di non richiedere appuntamenti per ripetizione di ricette o richiesta di impegnative, compito che spetta alla segretaria;
  • è buona educazione, in caso di imprevisti improgabili, avvisare che l'appuntamento è annullato in modo di rendere disponibile il tempo ad altri pazienti;
  • il tempo che viene concesso al singolo paziente è programmato pertanto chi arriverà in ritardo verrà ricevuto solo per il tempo residuale o se fuori tempo massimo non sarà ricevuto.


Trattamento previsto per i ritardatari.